Ricevute PEC: un esempio

Anche in relazione alla discussione che è iniziata in sede di commenti all’articolo del gennaio dello scorso anno pochi giorni fa e che prosegue nel nuovo”pezzo”  sullo stesso argomento, riporto di seguito due esempi reali di ricevuta che il sistema invia al destinatario:

  1. la prima è di accettazione; nell’esempio è stata accettata alle ore 16:43 e 28 secondi (questa ricevuta è inviata dal fornitore di servizi PEC del mittente – io .. – che, in questo caso è Aruba)
  2. la seconda è di consegna, ma al server, ed è di appena 22 secondi dopo, giacché risulta effettuata alle ore 16:43 e 50 secondi (questa ricevuta è inviata dal fornitore di servizi PEC del destinatario che, in questo caso è Legalmail)
Stando così le cose, il messaggio risulta legalmente consegnato al server del destinatario in ogni caso PRIMA ancora che il destinatario stesso lo possa leggere. Ed anche se non verrà mai letto, risulterà comunque consegnato.
Il dialogo è essenzialmente tra computer e tutto si perfeziona nel dominio telematico

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *