Mediazione, D.M. 145/2011: la strada è ancora lunga…

Questo fine estate porta una serie di correttivi alla disciplina della mediazione, rispondendo, non senza dubbi ed incertezze alle tante critiche rivolte al d. lgs. 28/2010 in generale ed al D.M. 180/2010 in particolare.

Ovviamente trattandosi di un decreto, non possono essere toccati i “pilastri” posti dalla norma di rango primario e, pertanto, questioni come obbligatorietà e competenza territoriale non sono messi in discussione; modifiche importanti alle indennità, ridotte da 1/3 alla metà ed addirittura a soli 5o euro (al max) quella relativa a procedure “contumaciali”. Da un eccesso all’altro…

Qualcosa sulle competenze del mediatore (preparazione e tirocinio); un paio di norme “interpretative” (derogabilità dei minimi e modalità di pagamento delle indennità) ed una piuttosto oscura sulla determinazione di valore.

Comunque una prima analisi l’ho fatta per l’amico Tiziano Solignani e, quindi, rinvio al mio intervento sul suo blog.

Di seguito uno schema riassuntivo (cliccare sull’immagini per ingrandire). Qui il link a sito della Gazzetta Ufficiale per il testo completo

2 pensieri su “Mediazione, D.M. 145/2011: la strada è ancora lunga…

  1. Pingback: Mediazione ideale: con la sanzione la strada è più corta? | Dirittomoderno

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *