Mediazione, conciliazione, gestione non contenziosa dei conflitti ed avvocatura

Andrea ButiCome segnalato in il 5 ed il 28 maggio dello scorso anno,  (nonché nel bimestrale),  sembra che il legislatore voglia optare per un approccio sistematico alla gestione non contenziosa delle liti civili e commerciali, già in qualche modo suggerito dalla direttiva 52/2008/CE commentata su queste pagine.

Il testo del decreto , ancora provvisorio, esaminato anche  in Guida al diritto del Sole 24 Ore e che ha suscitato reazioni per problemi di eccesso di delega segnalati anche dal Presidente Emerito della Corte Costituzionale Prof. Cesare Mirabelli durante lo  scorso Salone della Giustizia , incide in maniera significativa sul rapporto-cliente avvocato.

Si segnala in particolare:

  • l’obbligo informativo a carico dell’avvocato che dovrebbe segnalare al cliente la possibilità di avvalersi della mediazione
  • la nullità del mandato professionale in cui non si stato assolto (in forma scritta) l’obbligo che precede
  • il deposito obbligatorio in giudizio di detta informativa
  • l’improcedibilità relativa delle azioni giudiziarie che non siano precedute da previo esperimento di un tentativo di conciliazione  (finalizzato appunto alla mediazione) qualora il relativo oggetto attenga a questioni di:

condominio, diritti reali, divisione, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazione, comodato, affitto di aziende, risarcimento del danno derivante da responsabilità medica e da diffamazione con il mezzo della stampa o con altro mezzo di pubblicità, contratti assicurativi, bancari e finanziari

  • i riflessi sulle spese legali per la parte che abbia immotivatamente rifiutato la proposta conciliativa
  • la possibilità per il giudice di escludere la ripetizione delle spese legali in favore del vincitore qualora il provvedimento che definisce il giudizio non corrisponda interamente al contenuto della proposta (Art. 13, comma 2).

    Un pensiero su “Mediazione, conciliazione, gestione non contenziosa dei conflitti ed avvocatura

    1. Pingback: D. lgs. 28/2010, mediazione: dal 20 marzo l’obbligo informativo a carico degli avvocati « Dirittomoderno

    Lascia una risposta

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *