Mediazione commericale

Nel maggio di quest’anno è stata approvata Direttiva 2008/52/CE relativa a  “determinati aspetti della mediazione civile e commerciale”; il provvedimento è stato preceduto dalle conclusioni del Consiglio del 2000 e dal “Libro Verde” del 2002  relativo ai modi alternativi di risoluzione delle controversie nelle medesime materie.
Tra i vantaggi della soluzione stragiudiziale di tali liti va, ad esempio,  annoverato quello relativo al riconoscimento ed all’esecutività degli accordi risultanti dalla mediazione tra i diversi Stati, in base al Regolamento CE/44/2001 (sul riconoscimento delle sentenze straniere in materia civile e commerciale) o al Regolamento CE/2201/2003 (sul riconoscimento delle decisioni in materia matrimoniale e in materia di responsabilità genitoriale). Ciò permette, infatti, di diminuire i rischi ed i  costi connessi ai complessi procedimenti volti ad ottenere l’esecuzione di sentenze straniere in Italia o di sentenze italiane all’estero.

Editoriale nel numero di novembre/dicembre 2008 nella sezione bimestrale. Preleva gratuitamente il file in formato .pdf

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *