Mediazione ad Ancona: comunicato stampa Università di Camerino

Foto Fabio Mariano

Come segnalato, domani si terrà ad Ancona il primo incontro dedicato allo studio della professione di mediatore nell’ambito della Regione Marche. Di seguito il comunicato stampa.

Il 21 marzo ha avuto completa attuazione la riforma della giustizia civile introdotta nel 2010 con l’introduzione anche in Italia della mediazione in materia civile e commerciale. Dal tale data, infatti, anche le liti in materia di risarcimento danni da sinistri stradali e di condominio dovranno essere gestite da organismi di mediazione pubblici, quali le Camere di Commercio e gli Ordini degli Avvocati o da società private accreditate presso il Ministero della Giustizia. Si tratta di una riforma epocale che, partita nel 2010, ha condotto a deflazionare le aule dei tribunali introducendo forme di mediazione obbligatoria per importanti settori del diritto civile e commerciale, quali la proprietà, i diritti reali, la responsabilità medica, le divisioni ereditarie, i contratti bancari e assicurativi.

Nelle Marche operano circa 40 organismi di mediazione su un totale di quasi 800 organismi insediati nel territorio nazionale, i quali avvertono sempre più l’esigenza di mantenere standard elevati di qualità per poter essere competitivi nello scenario nazionale. Alle esigenze di formazione anche specialistica di questa nuova importante categoria di professionisti, vuole dare una risposta l’incontro regionale in programma ad Ancona, il 22 marzo a partire dalle ore 14,30, evento organizzato dall’organismo di formazione dei mediatori dell’Università di Camerino e dalla Camera di Commercio di Ancona che ha messo a disposizione la bella sede della Loggia dei Mercanti. Gli enti camerali di Macerata, Pesaro, Urbino, Fermo e Ascoli aderiscono all’iniziativa che vede riuniti oltre 150 mediatori provenienti dall’intero territorio marchigiano e anche da altre regioni italiane.

L’Ordine degli Avvocati di Ancona e quello dei Commercialisti ed esperti contabili di Ancona hanno accreditato l’iniziativa per i loro iscritti. I relatori, docenti della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Camerino nonché mediatori e professionisti forensi, affronteranno numerose questioni quali i rapporti tra mediazione e processo, il ruolo del mediatore e dell’avvocato nelle sessioni di mediazione, l’omologazione dell’accordo di conciliazione e le principali agevolazioni fiscali introdotte per incentivare il ricorso dei cittadini alla mediazione.

I lavori saranno coordinati dal Prof. Giovanni Arieta, già membro della Commissione ministeriale in materia di riforma del diritto societario e responsabile scientifico dell’organismo di mediazione dell’Università di Camerino. L’incontro segna l’avvio di una stretta collaborazione tra Università e professioni per migliorare la qualità dei servizi di mediazione e assicurare ai cittadini un’efficiente erogazione del servizio giustizia.

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *