Archivio della categoria: Libri & eBook

eBook su Amministratori di Sistema

Esame e analisi dei principali problemi giuridici connessi alla sicurezza informatica ed alla funzione di Amministratore di sistema spiegati con linguaggio accessibile (non in “giuridichese” o in “avvocatesco”). Esempi pratici, casistica e tabelle esplicative per migliorare la comprensione.

Rassegna di giurisprudenza in materia di accesso abusivo e responsabilità in ambito civile, amministrativo e e penale.

Pensato per tecnici informatici, responsabili IT, amministratori di rete, DB o sitemi, che lavorano in ambito pubblico o privato.

In formato .epub può essere scaricato e visionato su iPhone, iPad e su tutti gli eReader che supportano tale formato.

Disponibile su lulu.com seguendo questo link.

Mini-guida per la p.a. che cambia. Dalla privacy agli open data

Un piccolo aiuto per iniziare ad orientarsi tra le leggi e le tecnologie che stanno trasformando il modo di lavorare  e quello di interagire  con la pubblica amministrazione.

Con un tono discorsivo ed un linguaggio accessibile ho cercato di individuare alcune pillole in materia di privacy, open-data, siti web, pec, e diritti elettronici dei cittadini, con un occhio alle responsabilità.

Anzi, siccome la materia non aiuta..ho provato a sdrammatizzare inserendo una vignetta all’inizio di ogni paragrafo.

E’ inclusa una mappa normativo-concettuale ed un cruciverba di autovalutazione.

Da scaricare liberamente e riusare sotto licenza CC Attribuzione-NonCommerciale-CondividiAlloStessoModo 2.o Italia

I segreti della mediazione: teoria e pratica del d. lgs. 28/2010

.

Cercando di fare tesoro anche dei commenti presenti in questo blog ed in altri siti, è stato confezionato un libro agile (nemmeno 160 pagine) che ha un obiettivo preciso: aiutare i professionisti (avvocati, commercialisti, consulenti)  a capire quando è opportuno consigliare ai propri clienti di tentare una mediazione.

Non solo il commento alla normativa, ma uno “strumento di diagnosi” per sfruttare al meglio le opportunità offerte dalla mediazione facoltativa.

Un testo pensato per trasformare la mediazione da un’imposizione in un’occasione per curare per i problemi delle persone.

Continua a leggere

Commentario breve al d lgs. 28/2010

Non è ancora il libro promesso, ma..una parte:. quella del commento al d. lgs. 28/2010.

Prendendo spunto dalla relazione illustrativa e dalle discussioni sorte in seguito alla nascita della cd. conciliazione societaria, abbiamo realizzato questo breve lavoro in cui ogni singolo articolo è seguito da un breve commento.

Disponibile qui sia in versione cartacea che come eBook in .pdf.

Abstract libro ‘I segreti della mediazione’

Talvolta parlando con i colleghi, commercialisti, o anche tecnici o consulenti in genere, mi accorgo di come purtroppo esistano alcuni  luoghi – errati – comuni sulla mediazione.

Pe questo sto scrivendo un libro che spero di poter terminare a breve, caratterizzato dall’essere pratico ed essenziale.

Ci sarà una sezione FAQ, dei case studies, un test, oltre naturalmente al commento di ogni singolo articolo ed alla spiegazione del funzionamento della mediazione.

Qui potete scaricare l’abstract provvisorio; intanto, fornisco di seguito qualche “pillola”:

  • Il mediatore NON giudica, può formulare proposte, ma non vincolanti
  • La procedura, in pratica….NON è una procedura, non ci sono formalismi, memorie, termini, marche da bollo..
  • La mediazione NON è la cugina povera di un arbitrato: è proprio di un altra razza, specie e genere..
  • Il mediatore, lo dice la parola, media,  rendendosi – come nota benissimo il filosofo Eligio Resta –  “equiprossimo” rispetto alle parti litiganti
  • Il diritto c’entra molto o poco.. a seconda dei casi
  • Il mediatore ne deve sapere di legge, ma anche di “persone” per questo è un esperto di comunicazione e negoziazione.

La mediazione comincia proprio laddove è fallito il negoziato diretto: certo che se gli avvocati o consulenti o le stesse parti si sentono o si auto-attrbuiscono capacità negoziali  fuori dalla norma, mentre non è così…, direi che si rischia di partire con il piede sbagliato..

D’altronde, se nel corso di giurisprudenza si è parlato sempre e solo di diritto, come possono i professionisti, che su quella laurea basano il proprio lavoro, essere automaticamente “abili negoziatori”?

Solo un esempio: uno dei concetti base della negoziazione è quello di BATNA* (Best Alternative To Negotiated Agreement) che esprime il concetto di “miglior alternativa all’accordo”:  capire quale questa sia, è un passaggio essenziale per elaborare una corretta strategia negoziale.

Inserite il termine su Google (o altro motore di ricerca..): ebbene nelle prime 3 pagine (oltre non ha senso andare..) NON troverete neanche una pagina in italiano che affronta questo argomento.

Perchè? Perchè in Italia non c’è una  grossa o diffusa tradizione (accademico-universitaria) tranne pochi casi, in materia di negoziazione.

Il termine compare, invece, nel sito  Università di Harvard che, al pari di molte altre università americane, è molto attiva in materia.

Compare, ovviamente, su wikipedia.. ma in inglese..

——————————–

* Termine coniato da Roger Fisher and William Ury  nel loro bestseller “Getting to Yes: Negotiating Without Giving In” (1981).