Archivio della categoria: Libri & eBook

Negoziare transazioni: diritto, ragione ed emozioni. Ebook

Avvocati e negoziazione. La competenza sull’oggetto delle trattative è sufficiente o occorre anche una capacità negoziale che ne prescinde?

Cosa significa “difendere” qualcuno durante una trattativa?

Le strategie e le tecniche processuali sono funzionali alla tutela dell’interesse del cliente?

Quando conviene continuare la trattativa e quando, invece, è meglio abbandonarla?

Esiste una teoria della negoziazione o conta solo l’esperienza?

Queste sono alcune delle domande che un avvocato impegnato in una trattativa dovrebbe porsi: il negoziato per alcuni è un’arte e per altri una scienza. In ogni caso è un’attività umana fondamentale che può essere svolta in modo professionale: ciò significa concentrarsi non solo sugli aspetti giuridici ed essere in grado di elaborare una o più strategie.
Gli studi di giurisprudenza non si preoccupano di come si stipula un contratto (a prescindere dalla forma) o del modo in cui si raggiunge una transazione: eppure questi aspetti sono talvolta determinanti.
Negoziare e decidere. Non sempre una trattativa porta ad un accordo: ciò significa che non sussistono i presupposti oggettivi o che le parti non sono riuscite ad individuarli?
Non è (solo) una questione di “bravura” o di competenza: ci sono situazioni in cui le parti non avendo a disposizione tutte le informazioni di cui necessitano per prendere una decisione ottimale, finiscono per incappare in errori cognitivi (cd. giochi ad informazione imperfetta).
In altri casi il negoziato si trasforma in conflitto: assai più difficile da gestire e spesso alimentato da emozioni di cui non sempre si ha consapevolezza o controllo.
Spesso poi, la razionalità  fa i conti con l’emotività. Il nostro lato animale allora emerge nei processi decisionali: recenti studi neuroscientifici mostrano infatti che i circuiti cerebrali del piacere o del dolore (eccitati dal cibo, dal sesso o dalla gratificazione) sono attivi anche quando siamo chiamati a scegliere fra diverse opzioni.

Questo ebook vuol fornire qualche prima risposta alle domande che precedono. Nulla di esaustivo: un punto di inizio più che un punto di arrivo, magari attraverso un percorso di crescita personale  e professionale che passa attraverso una o più azioni di formazione e la sperimentazione diretta di un diverso modo di relazionarsi con gli altri.

Per scaricare gratuitamente l’ebook clicca sul pulsante qui sotto

 

Download for free if you pay with a Tweet!

Destinazione paradiso. ..o no?!? Vacanziero istant free book

Le vacanze stanno già bussando alle nostre porte.. ma se il sognato relax si trasformasse da paradiso in inferno?
Per difenderci dai rischi connessi ai disagi ed alla delusione delle nostre aspettative di godimento ecco un ebook gratuito per tutti. Una mini guida che raccoglie la normativa recentemente modificata e le prospettive di risoluzione delle controversie che dovessero sorgere.
La materia, pur non rientrando per ora tra quelle per le quali è prevista quale condizione di procedibilità la mediazione, appare invece ai nostri occhi proprio come una di quelle per cui sarebbe opportuno – almeno – fare un tentativo…
E, in poche righe, vi spieghiamo il nostro perché
Disponibile gratuitamente qui per il download in formato .pdf (presto anche in versione .epub)

I minori che agiscono

 

Nell’ambito dei diritti della personalità del minore è largamente prevista dall’ordinamento una capacità anticipata, nel campo patrimoniale la potestà genitoriale e la conseguente rappresentanza legale del minore è assoluta. L’incapacità d’agire del minore, non implica, però, un’assoluta preclusione per lo stesso di compiere atti giuridici: gli atti, anche patrimoniali, posti in essere dal minore sono produttivi di effetti giuridici.

Questo è il caso dei c.dd. “atti della vita quotidiana”, i quali sono conclusi quotidianamente dal minore per sviluppare la sua autodeterminazione e personalità ad esempio attraverso l’acquisto di beni di uso quotidiano, l’utilizzazione di pubblici servizi e così via. E tuttavia prevista una tutela in riferimento ai contratti conclusi dai minori che consiste nell’annullabilità degli stessi. Essa non incide sull’idoneità dell’atto a produrre i suoi effetti ma è soltanto una difesa che potrà essere attivata qualora siano stati seriamente danneggiati gli interessi dell’incapace.

 

 

Diffamazione (ingiuria) e mediazione. Istant (free) book

Un eBook gratuito pensato per  un’avvocatura che pare coinvolta e sconvolta dalla rivoluzione culturale sottostante il d. lgs. 28/2010: per la prima volta i professionisti forensi sono chiamati a mediare ex lege. Il che suona come il classico messaggio paradossale: “sii spontaneo!

La voglia di buttare tutto alle ortiche è forte: ma se un po’ delle energie che gran parte degli avvocati sono già disposti a mettere in campo per opporsi alla riforma, fossero destinate ad una riflessione sugli aspetti positivi, si potrebbe trasformare un ostacolo in risorsa.

Pregiudizi e stereotipi rischiano, infatti, di affollarsi nella mente del professionista forense insieme a dubbi e paure: tutti ingredienti pericolosi… specie se miscelati insieme e lasciati a se stessi.

Questo breve lavoro vuol solo offrire qualche spunto di riflessione da una prospettiva insolita. E su una materia certamente non facile da mediare. Almeno di primo acchito ma, … sotto sotto?

Versione .epub

Versione .pdf

Disponibile in formato .pdf e .epub (versione .epub al momento non disponibile per il download diretto: chi è interessato può inviare una richiesta a info@serviziprofessionali.org. e lo riceverà via posta elettronica).

Rilasciato sotto licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 2.5 Italia (CC BY-SA 2.5, http://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.5/it/)

Professione mediatore?

Il titolo potrebbe suonare provocatorio: quella del mediatore disegnato dal d. lgs. 28/2010 è forse una nuova professione?

Questo l’interrogativo di fondo che ha accompagnato la realizzazione di un testo dal taglio multidisciplinare.

Per provare a dare una risposta, il lavoro muove da una indagine sulle conoscenze di base di quella “interazione comunicativa” che è esplicitamente indicata nel D.M. 180/2010 come componente del patrimonio formativo del mediatore: non si poteva non cominciare, allora, con qualche nozione di scienze cognitive per poi affrontare la complessità della comunicazione umana, concludendo la prima parte con lo studio del conflitto.

La seconda parte analizza, quindi, il modo quasi “naturale” di comporre i conflitti, ossia il negoziato faccia a faccia, per poi illustrare i limiti fisiologi dello strumento legale-processuale impiegato allo stesso fine, giungendo all’esame di modelli di mediazione quale strumento efficace per la risoluzione di alcuni problemi interpersonali.

Qui la mappa concettuale del libro

Un aiuto per contribuire alla preparazione del mediatore. Più che un punto d’arrivo, un punto di inizio: quello di un percorso formativo per coloro che vogliono  svolgere la propria funzione in modo professionale iniziando ad acquisire nuove sensibilità, competenze e capacità.