25 aprile: per non dimenticare…

E’ stato veramente emozionante poter osservare, sentir parlare e stringere la mano ai protagonisti di vicende drammatiche che si spera di non dover più rivivere e che talvolta sembrano così lontane che… quasi spariscono.

Sarebbe un gravissimo errore: come si dice “chi non ricorda la storia è condannato a riviverla…“.

In realtà parliamo del nostro passato prossimo che pare remoto solo perché il benessere sembra scontato, la democrazia sembra scontata,  la libertà sembra scontata.

E invece non è scontato nulla e per fortuna ci sono ancora qui Bruno e Domenico a ricordarcelo: quando gli ho dato la mano ringraziandoli sul viso è comparsa un espressione quasi di scherno, come se fosse stato tutto normale. Ed invece erano persone eccezionali: chissà oggi quante ce ne sarebbero così…

Alla manifestazione, organizzata dalla sezione intercomunale 24 marzo dell’A.N.P.I.  per commemorare il 68° Anniversario dell’eccidio di Braccano del 24 marzo 1944  hanno partecipato anche molti giovani che hanno tenuto anche un piccolo concerto: fa davvero piacere trovare persone che consolidano la memoria. Certo non c’erano centinaia di persone….eppure tutti godiamo di quella generosità. Credo sia nostro obbligo non dimenticare per onorare la memoria di quanti si sono sacrificati e per il bene delle prossime generazioni.

Grazie.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *